Fondazione Libra è promotrice di inziative di tipo editoriale inerenti il tema del bullismo e del cyberbullismo attraverso il media partner “Punto di Vista Editore”.

E’ possibile acquistare i libri pubblicati direttamente dal sito Amazon oppure direttamente inviando una email a info@fondazionelibra.org.

Miky, il principe pasticciere

Copertina-anteriore.jpg

Miky è un ragazzo come tanti. A causa di un danno da vaccino, non ha le gambe forti come gli altri, per questo spesso cade. I suoi compagni iniziano a prenderlo in giro, a ridere di lui, a escluderlo, a isolarlo. Miky sta male per questi atteggiamenti, vorrebbe solo avere degli amici, niente di più. A 17 anni non è più in grado di sopportare e tollerare questa sofferenza. E così prende la più atroce delle decisioni! Era il 23 febbraio 2018. “Miky, il principe pasticciere” racconta le speranze e i desideri di Michele, un bambino il cui sogno nel cassetto è quello di diventare un famoso pasticciere. Michele mette a nudo la coscienza.

Miky, the pastry prince

61fBb1ESKFL._SL1500_

Miky is a guy like any other. Because of vaccine damage, he does not have strong legs like others, so it often falls.
His companions begin to make fun of him, laugh at him, exclude him, and isolate him. Miky is sick about these attitudes; he just wants to have friends, nothing else. At 17 years is no longer able to endure and tolerate this suffering. So he takes the most atrocious of decisions! That was February 23rd 2018.
“Miky, the Pastry Prince” recounts the hopes and wishes of Michele, a child whose secret wish is to become a famous pastry maker.
Michele lays bare the conscience of those who read and helps, big and little, from the silence of his suffering, to open their eyes to see how diversity, can be transformed into strength. Fragile, vulnerable, but with an immense desire to live, the story presents the fear of not being chosen, of not being loved, and the hope that someone loves us to such an extent as to make us feel special.

Geppetti Social Genitori 4.0

Non si può negare che nelle relazioni sociali attuali, micro e macro, esista un modello quasi condiviso, acquisito e stereotipato, che alla stregua di un virus, si insinua in ogni cellula, espropriando la vittima delle sue funzioni naturali e configurandosi come azione subdola, che sfugge all’azione delle difese immunitarie. Ed è proprio da qui che prende avvio la fenomenologia della violenza, tra bullismo e cyber bullismo. Geppetti Social – Genitori 4.0 intende sottolineare il valore dell’etica e della responsabilità che abbiamo come adulti, educatori e formatori, e fornisce delle utili indicazioni per poter riequilibrare un sistema socio – culturale, parossisticamente competitivo, fin troppo orientato alla deumanizzazione. .
Il libro, frutto di un lavoro condiviso, pone le basi necessarie affinchè il processo trasformativo sociale possa compiersi attraverso lo sviluppo di consapevolezza e conoscenza nel mondo adulto. I tre autori affrontano i temi della socialità, anche online, e quelli legati alle responsabilità genitoriali offrendo degli spunti di riflessione, degli strumenti operativi e i relativi riferimenti normativi perché l’educazione possa continuare ad essere il prodotto di comportamenti che si modulano e si strutturano sulla base dell’apprendimento.

Lupetto non è più solo

Dalla storia di una Lupetta vera, che ben ha conosciuto il dolore e di una mamma e di un papà che hanno voluto trasformare questo male, in bene.
Con la magia delle parole dello scrittore Alfredo Stoppa, una storia per tutti che parla di quanto forte può essere il dolore, di come disarma, ma anche di come poterlo affrontare, lasciandolo poi andare.
Una storia che arriva dritta al cuore e che con immagini delicate racconta di quanto è importante condividere per non sentirsi soli, e poter di nuovo rivedere i colori.

 

Io non ho paura.
Storie di vittime e di bulli

WhatsApp Image 2023-10-25 at 16.36.43

Si può morire di bullismo? Sembra incredibile ma è così. Francesco, Alessandra, Monica, Nicholas, Martina, Jonathan, ecc., tutti ragazzi normali, studiosi, educati e corretti, finiscono vittime loro malgrado di un gioco crudele. Dai ricatti quotidiani subiti da parte di ragazzi e ragazze più prepotenti, ai furti, alle minacce, alle percosse, alla crudeltà gratuita, alla propria vita che, a soli 15 anni, finisce tra i binari e le ruote di un treno: è la triste storia di Francesco, ucciso in modo premeditato da Fabio, che durante l’anno scolastico lo aveva sottoposto alle peggiori angherie. Non è un romanzo o una fiction: è la realtà, la realtà che molti dei nostri ragazzi vivono a scuola tutti i giorni. Il presente testo intende narrare queste storie, per portarle fuori dalle pareti scolastiche o dalle pagine di una sentenza di tribunale e sensibilizzare genitori ed insegnanti su un problema di cui spesso non si colgono i segnali o si preferisce non vedere. Obiettivo di questo libro è proprio quello di gettare uno spiraglio di luce su ciò che succede nel mondo dei ragazzi quando gli adulti “non guardano”.

Europea strategy against
School Bullying.

WhatsApp Image 2023-10-25 at 16.36.44

Battle against
school Bullying

Cyberbullismo:
il nuovo male oscuro

Il fenomeno del cyberbullismo viene indagato da più punti di vista, con un focus orientato alla sociologia dei nuovi media, alla filosofia, alla pedagogia, alla giurisprudenza. È ampiamente descritto il rapporto degli adolescenti con il fenomeno della rete. Ampio sguardo è dato alla costruzione dell’identità tra reale e virtuale, ai comportamenti lesivi e ai casi di suicidio per cyberbullismo, ai social network, ai nativi digitali e alle nuove tecnologie. Nel libro è contenuto il nuovo metodo antibullismo “tri-pax” (Tribunale della pace), che ha trovato una proficua diffusione in scuole italiane ed europee.